Russamento: quando può nascondere una malattia?

Cos’è il russamento
Il russamento è il caratteristico rumore disturbante, che si verifica durante il sonno come conseguenza della vibrazione dei tessuti molli.
La causa della vibrazione è l’instaurarsi di un moto turbolento dell’aria che passa attraverso le prime vie aeree.
Ci sono casi in cui il russamento non si limita a disturbare il partner, ma rappresenta la spia di una malattia, la Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno (OSAS), caratterizzata da vere e proprie pause del respiro, spesso alternate a periodi di russamento intenso.
L’OSAS è un “epidemia silente” che colpisce il 2% delle femmine ed il 4% dei maschi adulti, predispone al rischio di patologie cardiovascolari e del metabolismo e può ridurre drasticamente la qualità del riposo e, di conseguenza, della giornata.

Tutto sulle ATM

Abbiamo imparato negli anni a riconoscere questa sigla come l’abbreviazione di “Articolazione Temporo-Mandibolare”, una patologia che si verifica quando ci sono alterazioni dell’occlusione che mettono in gioco muscoli e/o parafunzioni della bocca (tipo digrignare i denti o serrare la mandibola).
Questo disturbo, che può essere diagnosticato da uno specialista in ortodonzia, si riconosce da sintomi piuttosto chiari che vengono descritti nel post Dolore alla mandibola, quali le cause? e si può associare anche a click e scrosci articolari così come vengono descritti nel caso pratico di un paziente nel post Quando malocclusione dentale vuol dire asimmetrie, clic e scrosci articolari. I problemi alle articolazioni temporo-mandibolari non sono da sottovalutare, perché possono insorgere nel tempo a volte con disturbi lievi e transitori ed a volte con dolore o blocco improvviso alla mandibola che richiedo l’intervento del professionista.

Troppi italiani trascurano la salute della bocca

Non sono di certo dati confortanti quelli emersi dall’indagine Gli italiani, le malattie dentali e la parodontite compiuta da Astra Ricerche per conto dell’Istituto di Ricerca e Formazione in Microdentistry. Secondo questo studio, infatti, il 37% degli italiani, 4 su 10, sono poco attenti alla salute dei propri denti. Il 26% si preoccupa solo quando i problemi diventano seri, il 21% delega ai professionisti la cura della propria salute ma non partecipa attivamente al mantenimento delle condizioni di salute create con un’adeguata e corretta igiene orale domiciliare, e solo il 16% della popolazione indagata partecipa attivamente con prevenzione e corretta igiene orale per il mantenimento della salute orale.

Aiuto! Si è staccato un bracket!

Durante un trattamento ortodontico può accadere che si distacchi un bracket, una delle piastrine che è parte dell’apparecchio ortodontico.
Può succedere che accada di sabato o domenica, a seguito di qualche alimento particolare. Gli speciaisti in ortodonzia consigliano di portare sempre con sè, durante il trattamento ortodontico,  la cera ortodontica, una cera spciale facilmente malleabile che si applica con semplicità su bracket staccato per proteggere la mucosa.

Respirare bene per un corretto sviluppo della bocca

La fase di sviluppo delle arcate dentarie, in particolare dell’arcata mascellare, è fortemente influenzata da una corretta respirazione nasale. Quando i bambini non presentano una normale pervietà delle vie nasali, utilizzano la bocca (respirazione orale) come mezzo per respirare e questo comporta una serie di problematiche a catena.
Prima di tutto insorge una riduzione di sviluppo delle cavità nasali. Siccome le cavità nasali si trovano in stretta correlazione con il palato, questo reagisce generando una contrazione del palato che potrebbe portare ad un’alterazione della posizione della lingua con conseguente alterazione della funzione e generazione di spinte anomale sui denti.

Chewing-gum, promosso in igiene orale

Da sempre bistrattato, oggi il chewing-gum si prende una bella rivincita grazie ad uno studio condotto dalle Università di Milano e di Sassari e pubblicato su Clinical Oral Investigation che riabilita l’uso della gomma da masticare, a patto che sia a base di xilitolo, l’edulcorante naturale derivato da diversi tipi di legno.

I cibi giusti per la salute dei denti

Una delle classiche raccomandazioni per una corretta igiene orale è quella di evitare un consumo eccessivo di determinati alimenti, come bevande gassate e dolci, che possono rovinare i denti.
Al contrario, però, esistono anche degli alimenti che contengono sostanze che sono dei veri toccasana per la dentatura. La regola generale è quella di scegliere cibi ricchi di vitamine e sali minerali essenziali (vitamina C, A e D, calcio, fosforo, potassio, sodio, ferro e magnesio).

Tettarella ortodontica, errata corrige

Avvisiamo tutti i lettori del nostro blog agendaldelsorriso.it che in data 26 maggio 2010 è stato pubblicato un post nella categoria “Bambini” sul tema della tettarella ortodontica non approvato in maniera definitiva dalla Redazione.
Ci scusiamo per il disagio e accogliamo i commenti e le critiche provenienti dai lettori, cogliendo l’occasione per presentare, nel post sottostante, la versione corretta dell’intervento e spiegando la posizione di A.S.I.O. a riguardo.
Buona lettura,
Gli Specialisti del Sorriso

Come lavare i denti? Ecco il video

Ci può essere capitato a volte di esitare davanti allo specchio e di pensare a come inclinare lo spazzolino per spazzolare i denti al meglio ed arrivare anche a quelli in fondo. Oppure ci siamo chiesti come regolarci con il dosaggio del colluttorio, o quanto spesso sottoporci alle visite di controllo dal dentista.
Il video che vi proponiamo può aiutarci a fare luce sui nostri dubbi: parla il Dott. Alessandro Greco, Vicepresidente di ASIO, all’interno di un approfondimento sull’ortodonzia che ha toccato vari temi tra cui l’igiene orale, le cause della malocclusione dentale, ed il ruolo dello specialista in ortodonzia.