Efficacia degli apparecchi di contenzione

Scrivo per chiedervi un parere. Premetto che ho portato un apparecchio fisso per circa 2 anni ad entrambe le arcate.
Attualmente da circa 7 anni ho un filo d’acciaio fisso nella parte interna dell’arcata inferiore (solo relativamente alla porzione inferiore) e un apparecchio mobile per l’arcata superiore che inizialmente portavo tutte le notti e che negli ultimi anni sto mettendo a notti alterne o a volte anche solo una o due volte a settimana.

Nell’ultimo mese mi è capitato di non mettere l’apparecchio mobile per 3 settimane e in seguito a ciò ho riscontrato un lieve movimento di uno degli incisivi durante la masticazione o alcune volte quando la lingua inavvertitamente va a toccare la porzione del dente più vicina al palato. E’ un solo un lieve movimento, come un piccolo scatto, non visibile e che non sempre avverto quando mi accade che la lingua vada involontariamente a sbattere contro il dente. Mi chiedo se sia normale nel mio caso e da cosa possa dipendere. 

> Risponde lo Specialista Asio:

Al termine della terapia ortodontica si deve effettuare una fase di mantenimento, attuata mediante apparecchiature di contenzione, che ha lo scopo di stabilizzare il risultato ottenuto, tenendo conto che i denti, anche nei soggetti che non si sono sottoposti a terapie ortodontiche, si muovono per tutto l’arco della vita.

Tolto l’apparecchio ortodontico, restare sotto controllo!

Conclusa la terapia con l’apparecchio ortodontico, finalmente possiamo goderci i risultati e mostrare un sorriso sano ed armonico… addio per sempre  allo specialista?
È necessario sapere che, anche dopo il completamento del trattamento ortodontico, nella nostra bocca agiscono delle forze legate ai muscoli, alla crescita ossea residua ed alla masticazione che possono provocare dei movimenti indesiderati dei denti in posizioni diverse rispetto a quelle raggiunte. Per questo esiste una  fase di  post-trattamento, chiamata fase di contenzione, al fine di assicurarci che il nostro nuovo sorriso rimanga “in posizione”.

E se l’apparecchio ortodontico causa dolore?

La malocclusione dentale è ormai alle spalle, ma si rende necessario un trattamento con l’apparecchio di contenzione: sarà un salasso o ne varrà la pena, dopo gli sforzi fatti? Se lo chiede Mira che si rivolge agli Specialisti del Sorriso con la seguente domanda:
A 38 anni ho rimesso l’apparecchio fisso, con arco linguale. Mi si presenta lo stesso problema del passato, l’arco linguale incide la lingua, creando dolore e problemi di deglutizione. Il mio medico sostiene di non avere mai visto un caso come il mio e mi ha installato l’apparecchio nonostante la lingua fosse segnata da una vecchia cicatrice. Ora é assente per vacanza e dato che il dolore era insopportabile, sono stata in urgenza da un altro specialista che mi ha rimosso l’arco.

Apparecchio di contenimento, quanto mi costi?

La malocclusione dentale è ormai alle spalle, ma si rende necessario un trattamento con l’apparecchio di contenzione: sarà un salasso o ne varrà la pena, dopo gli sforzi fatti? Se lo chiede Mira che si rivolge agli Specialisti del Sorriso con la seguente domanda:
Quanto costa un apparecchio di contenzione, da utilizzare una volta tolto l’apparecchio ortodontico fisso?

Apparecchio di contenzione da subito?

L’apparecchio di contenzione segna l’inizio della fine della terapia ortodontica, ed è generalmente utilizzato dal paziente nelle settimane immediatamente successive alla rimozione dell’apparecchio ortodontico fisso. A volte può capitare che, se il trattamento ortodontico riguarda entrambe le arcate dentarie, l’apparecchio di contenzione venga utilizzato quando entrambi gli apparecchi siano rimossi. È ciò che è successo a Vale, che presenta il suo caso (pur confondendo l’apparecchio di contenzione con il bite):
Salve, ho tolto l’apparecchio fisso dell’arcata superiore da gennaio, ma la mia dott.ssa ha detto che il bite lo metterò quando toglierò anche quello dell’arcata inferiore. Secondo voi rischio che nel frattempo i denti possano di nuovo diventare storti senza una contenzione? Perché a me sembra che un incisivo si sia leggermente spostato in avanti. Grazie mille
Vale